Arabia Saudita: un ritratto al femminile

Arabia Saudita: un ritratto al femminile


di Mimma Zuffi (Sognaparole, 18 marzo 2015)


– Il paese islamico più segreto visto per la prima volta attraverso gli occhi delle donne che lo abitano.

Che siano attiviste, donne d’affari, studentesse, giovani professioniste, islamiste radicali, scrittrici, o semplici mogli e madri, le donne in Arabia Saudita,  il paese dove è praticata una segregazione dei sessi tra le più rigide al mondo, vivono confinate nel ruolo disegnato per loro dalla Sharia, dipendono a vita da un guardiano, non possono guidare l’automobile, non possono mescolarsi agli uomini, né in pubblico né privato, in un harem diffuso fatto di divieti, di soglie, di proibizioni, di ingressi separati.
Vivendo e lavorando a Riad per due anni e mezzo, dal luglio 2010 al dicembre 2012, l’autrice di questo straordinario diario ha potuto accedere ad un mondo femminile del tutto precluso a molte occidentali di passaggio e a qualsiasi uomo, esplorando la società saudita dall’interno e raccontandola per la prima volta attraverso gli occhi delle donne che ne fanno parte. Con loro ha parlato, si è confrontata, ha condiviso segreti, esperienze e racconti, scoprendo che dietro questa cortina di ferro sono proprio le donne ad esprimere le più forti istanze di rinnovamento del paese.
Ogni pagina è un viaggio attraverso il deserto e la magia di un luogo tanto lontano dalla nostra cultura e quotidianità quanto magnetico e affascinante nella sua dualità. Il risultato è una straordinaria polifonia di voci che mostra i paradossi e le ambiguità di un paese, il più opaco del mondo arabo,  che ha ispirato alcuni dei più pericolosi movimenti fondamentalisti, fornendo una chiave di lettura per interpretare un mondo islamico che fatichiamo a comprendere, semplicemente perché non lo conosciamo.
Le storie che Michela Fontana raccoglie si basano su interviste approfondite e sincere, si fondano sulla verità, sulla parola e sul racconto della vita di queste donne, in alcuni casi tutelate dall’anonimato, che come eterne minorenni sono costrette a chiedere il permesso per uscire di casa, per studiare, per viaggiare, per sposarsi, ma che iniziano a sentire il vento del cambiamento sulla loro pelle.
Esperienza unica e indimenticabile, l’accesso a questo mondo segreto ricco di stimoli e fascinazioni è stata un’avventura che l’autrice ha vissuto come un vero privilegio, consapevole che oggi il metro di misura per capire l’evoluzione della società, nei paesi islamici, è proprio il ruolo riservato alla donna. Soltanto moglie o madre, destinata esclusivamente alla procreazione, come vorrebbe la tradizione, oppure protagonista a pieno titolo del mondo dell’educazione e del lavoro, parte attiva e imprescindibile dello sviluppo economico, come invece la realtà sembra dimostrare?
Michela Fontana giornalista e saggista milanese, ha vissuto quindici anni tra Usa, Canada, Svizzera, Cina e Arabia Saudita. Il suo libro Matteo Ricci. Un gesuita alla corte dei Ming (Mondadori 2005), tradotto in francese e inglese, ha vinto il “Grand Prix de la biographie politique” nel 2010. Ha pubblicato inoltre Percorsi calcolati e Cina, la mia vita a Pechino (Le Mani, 1996, 2010).
VandA.ePublishing – fondata da  Vicki Satlow, agente letterario, Angela Di Luciano, editor, e Silvia Brena, giornalista, direttore di magazine e oggi a capo di un’importante agenzia di comunicazione – è una nuova casa editrice digitale, indipendente, senza confini, innovativa, che sfrutta le possibilità offerte dalla rete e le nuove tecnologie per un approccio diverso al mercato editoriale. Nasce con un dna digitale e l’intento di coinvolgere autori e lettori in una community, con criteri di condivisione e complicità tipici della rete.  Pubblica autori già noti o esordienti, puntando su contenuti originali, di qualità e di vario genere, dalla fiction alla graphic novel, dalla saggistica all’érotique, al teatro e alla letteratura per bambini, con oltre 180 titoli già in catalogo e disponibili in tutto il mondo anche in inglese. Con la collana Gli Introvabili ha avviato un’impegnativa operazione di recupero di testi introvabili in libreria perché ormai fuori commercio, anche se recenti, particolarmente apprezzata dai lettori.

 

 

"A testa in giù", di Raffalla Formillo

18 Marzo 2015

'Nonostante il velo', come le donne cambiano la storia

18 Marzo 2015