Novità

Offerte speciali

Prima pagina

Autocoscienza 4.0 A Bologna finalmente la possibilità di creare un gruppo di autocoscienza Armonie via E. Levante 138, Bologna Sabato 13 aprile h 16 Presentazione ...
Cambio di civiltà: arte, lavoro, politica delle donne (madri comprese) Vi aspettiamo alla Fabbrica del lavoro il 18 e 19 maggio!  
di Elena Paparelli (Letteradonna, 2 aprile 2019) – Nel libro Il mito Pretty Woman la giornalista e femminista inglese racconta cosa c’è dietro il mercato del sesso tra ...

Corsi - Matte da scrivere

Il 7 febbraio parte la seconda parte del corso di scrittura Matte da scrivere tenuto da Chiara Giunta, in collaborazione con VandAePublishing, presso il Coffice ...
Riparte con il nuovo anno il corso di scrittura Matte da scrivere tenuto da Chiara Giunta, in collaborazione con VandAePublishing, a Catania, presso la Libreria ...
(Mattedaleggere, 5 novembre 2018) Mentre a Milano prosegue con successo il corso di scrittura Matte da Scrivere, promosso dalla casa editrice Vanda Epublishing e condotto ...

Il più letto del mese

Rebecca Town a Parigi

Il primo intricato caso di Becky segna l’esordio sulla scena del delitto di una splendida newyorkese, modaiola, acuta, passionale, dal passato tormentato e scrittrice di guide turistiche. Questo è infatti il primo di una serie di romanzi ambientato ogni volta in una città diversa, una città descritta come si confà a una guida: le tappe da non perdere, i locali più trendy ma anche quelli più defilati e che però meritano “una menzione”, i luoghi dello shopping, le strade, i cibi… Ogni luogo diventa così l’incantevole cornice ai misteri che Becky, detective per caso, si trova a risolvere. Una città, un delitto. Ma c’è anche la personale vicenda della nostra esuberante guida, che nel corso di ogni romanzo troverà l’amore, scoprirà la verità sulla misteriosa morte dei genitori e… Chissà?
A Parigi incontra il sexy Benjamin Green e l’ambigua Margareth Wallace, infilandosi in una spirale di cospirazioni che coinvolgono l’ambasciata americana. E mentre a New York la sua amica Jessie e la zia Cecil la crederanno al sicuro nella romantica città, Becky, con l’aiuto di un ispettore francese che tanto ricorda il celebre Poirot, risolverà il caso, grazie soprattutto alla sua intraprendenza.

Prostituzione e legge Merlin, così la battaglia di Julie Bindel e delle donne smaschera il mito Pretty Woman

      a cura di Resistenza Femminista
(che ha tradotto Il mito Pretty Woman)

“Il mito e la realtà. L’immaginario (di parte) e le verità delle dinamiche economicistiche. L’edulcorazione fiabesca dello star system – incarnata al cinema dal sorriso di Julia Roberts, prostituta “salvata” da Richard Gere o, nella musica, dall’idealizzazione romantica delle ballate di De André sulle tante Bocca di Rosa – e l’amaro orrore quotidiano della mercificazione concreta, cinica e spietata di corpi bambini, adolescenti, adulti (in prevalenza, ma non solo, femminili) con la sua scia di abusi, dolore, sopraffazioni, sfruttamento e violenza. Sono infinite le trappole ideologiche e le ambiguità semantiche nascoste nell’uso di parole che rischiano – è il caso di dire – di far prendere “lucciole” per “lanterne”."[Donatella Trotta – Il Mattino]

Need to create an account?

X